Avvento 2022

Questo dicembre ti terremo compagnia consigliandoti ogni giorno una birra diversa da bere, o regalare.
Dal 1 al 24 dicembre comporremo il calendari-mundi dell’avvento.
Ventiquattro birre note e meno note, tutte con una descrizione. Sui nostri canali social troverai una veloce stories con l’immagine della birra che poi ti riporterà qui per saperne di più.
Pronti, partenza… cheers!

24 dicembre
32 DICEMBRE – Christmas Ale – 9° (Maneba)
Prodotta per il periodo invernale, la 32 Dicembre è una birra dal profondo color rosso scuro, con una schiuma persistente ed un profumo fruttato e speziato, ha un corpo vellutato, pieno e complesso. Al gusto si distingue ‘uva e la frutta, con toni di liquirizia e caramello. Note di amaro, cioccolato e torrefatto. 

23 dicembre
OUDE GEUZE – Geuze – 7° (Boon)
La Boon Oude Geuze rappresenta uno dei migliori esempi di birra in stile Lambic dalla fermentazione 100% spontanea.
Questa birra subisce un affinamento in botti di rovere che va da uno fino a tre anni.
Nasce da una miscela di Lambic invecchiati circa 18 mesi, rifermentata in bottiglia, ha una conservazione che può arrivare fino a 20 anni d’età. Di colore dorato velato, al naso gli aromi sono pungenti e muffati, con note che rimandano al formaggio, il lievito, note vinose e di sottobosco (terra e funghi).

22 dicembre
GOUDEN CAROKUS CHRISTMAS – Belgian Strong Ale – 10° (Het Anker)
Bouquet olfattivo pulito, ricco e complesso, caratterizzato da fragranze di liquirizia, frutta rossa e scura, zucchero di canna, cioccolato fondente, canditi, melassa, spezie, caramello, frutta secca, datteri, pane tostato e anice. Al palato, con un corpo pieno, una saturazione media ed una consistenza oleosa, è morbida, avvolgente ed altrettanto pulita e complessa.

21 dicembre
PERE NOEL – Belgian Ale – 7° (De Ranke)
Mentre la maggior parte delle birre di natale sono ricche e dolci, la Père Noël ha un sapore abbastanza amaro, semi speziato con un pizzico di liquirizia ed un retrogusto molto persistente. Viene prodotta con malto Pale Ale, malto Munich e malto Caramel, assieme a luppoli Brewers Gold e Hallertau Mittelfrüh. Una fantastica birra natalizia ma che sfida l’usanza universale di una birra più forte, dolce e piccante per le festività natalizie.

20 dicembre
HOLDA – Blanche – 4,5° (BirraMundi)
Nata per il solstizio d’estate. Pronta per quello d’inverno. Una fata che vive tra i rami di sambuco. Magica che regala magie. Con scorza d’arancia, coriandolo e fiori di sambuco. Leggera e fresca con luppoli floreali, delicati e nobili.

19 dicembre
TRAMALTI – Scotch Ale – 7° (Okorei)
All’olfatto l’impatto è intenso e complesso, si alternano piacevoli note di frutta secca, fichi, datteri, miele e lontani echi tipici dei vini liquorosi. Al gusto si lascia apprezzare per la robustezza del corpo e la decisa dolcezza, subito bilanciata dal carattere amaro conferito dai malti tostati. 

18 dicembre
L’ULTIMA BIRRA – Christmas Beer – 10° (Curtense)
Birra dal colore ambrato con riflessi arancio, la schiuma fine e compatta color crema di buona persistenza. Al naso troviamo una nota di albicocca disidratata e la morbidezza data dal panettone. In bocca si presenta con struttura importante, sapori che rievocano il burro alla vaniglia, note di frutta secca come la mandorla. Birra da fine pasto, perfetta per natale.

17 dicembre
SMOKY EYE – Rauchbier – 6° (Lievito e nuvole)
Rauch ad alta fermentazione dal colore dorato intenso. Le note affumicate dominano il naso, i sentori ricordano la pancetta, lo speck affumicato e la scamorza, le note di malto non affumicate completano il tema olfattivo con rimandi al pane e alla sua crosta, al miele, al caramello e alla frutta secca. Il sorso fa il suo ingresso in bocca con un accenno di dolcezza ma si completa la bevuta con una buona secchezza finale e con un pizzico di amaro.

16 dicembre
WEIZENBOCK – Weizenbock – 7,1° (Ayinger)
Prodotta per la stagione invernaleLa birra Weizenbock è un prodotto di 4 malti e separazione di mosti. La Weizenbock è una birra di frumento, non filtrata, quindi opaca con un colore che tende leggermente al colore del rame. L’aroma è quello tipico e unico delle Weizen Ayinger. Il gusto pieno e ricco lascia intendere che si tratta di una specialità sostanziosa e forte.

15 dicembre
SABRO HOTEL – American Pale Ale – 5,7° (BirraMundi)
Profumi di frutta tropicale, cocco e lievemente agrumati. Biondo intenso nel colore e dall’amaro presente ma non invadente. 5,7 gradi alcolici dissetanti. Prendetevi una pausa e sentitevi in vacanza con la Sabro Hotel.

14 dicembre
BRIGHELLA – Belgian Strong Ale – 9° (Lambrate)
Si presenta di colore ambrato carico e una fine schiuma bianca e compatta. Al naso spiccano i profumi di zenzero e agrumi accompagnati da sentori di miele e pesca sciroppata. In bocca c’è spazio per le avvolgenti note di arancia candita, zenzero, miele e frutta secca. Il finale è dolce e non eccessivamente persistente perché piacevolmente bilanciato dal leggero amaro del luppolo.

13 dicembre
BIONDA – Helles – 5° (Curtense)
Birra dal color giallo paglierino limpida con schiuma bianca fine e persistente. I profumi di cereale sono accostati a delicati aromi erbacei, floreali e fruttati. Corpo medio inizialmente dolce ben compensata dall’amaro; il retrogusto richiama tale amaro erbaceo con un finale secco.

12 dicembre
DONKER – Imperial coffee stout – 9° (Extraomnes)
Di un impenetrabile color mogano con riflessi rubino, con una persistente e compatta schiuma color nocciola. Il caffè domina le prime impressioni olfattive, e pur rimanendo il filo conduttore, presto cede il passo ad altre sensazioni aromatiche: liquirizia, cioccolato ed un rinfrescante tocco di Vetyver sul finale. Palato pieno, con un retrolfattivo corrispondente ed un finale alcolico e persistente.

11 dicembre
KERST PATER – Christmass beer – 9° (Van De Bossche)
La Kerst Pater Christmas è una classica birra belga di natale, prodotta in tiratura limitata solo nel periodo invernale. Di un bel colore mogano la Kerst Pater Christmas rispecchia nei sapori e nei profumi proprio quello che ti aspetti. Aromi di cioccolato e malto con accenni alcolici. Ha un sapore poco dolce, diverso dalle solite birre di natale, alterna note caramellate, di cacao e frutta secca mischiandosi al tenore alcolico che ne smorza il lato dolce.

10 dicembre
ICARUS – India Pale Ale – 6° (Dom Byron)
Birra chiara di stampo anglo-americano. Una base maltata, che conferisce pienezza di bevuta, unita ad una luppolatura complessa di Citra e Mosaic per ottenere un bouquet di aromi floreali e agrumati.

9 dicembre
BARIBAL 36 – American Porter – 5° (Birra Mundi)
La Baribal 36 è un birra scura ispirata alle classiche porter inglesi con l’aggiunta di malto torbato (quello del whisky) e lievito americano. Il resto è tradizione inglese. Leggera ma piena di corpo. Gusto rotondo. Per gli amanti del genere.

8 dicembre
BIOSFERA – Blonde ale senza glutine – 4,6° (Il Mastio)
Prodotta dal birrificio marchigiano Mastio, certificata BIO e Gluten Free. Una Blonde Ale prodotta con orzo BIO deglutinato autoprodotto e acqua dei Monti Sibillini. Caratterizzata da note di miele, crosta di pane, floreali e sentori delicatamente erbacei.

7 dicembre
SANT’AMBROEUS – Strong golden ale – 7° (Lambrate)
Birra in stile Strong Golden Ale, dal bel colore giallo carico. Al naso presenta intriganti sentori di agrumi, frutta a pasta gialla e fiori.
In bocca si sprigiona un elegante fruttato in un costante equilibrio tra il gusto dolce del malto e un delicato amaro dei luppoli.

6 dicembre
CELBRATOR – Doppelbock – 6,7° (Ayinger)
Storicamente lo stile di questa birre fu creato dai monaci per la quaresima, per avere qualcosa di sostanzioso di che nutrirsi. Oggi la si beve durante tutto l’anno e serve spesso come regalo e birra per festività. Di colore rosso scuro o mogano, la birra si presenta piena, generosa con piacevoli sentori di malto, caramellato e cedro. È indicata come birra da accompagnare a carni rosse, selvaggina e dessert.

5 dicembre
CHIARA – Golden Ale – 4,5° (Licor Dei)
Golden Ale birra ad alta fermentazione rifementata in bottiglia, colore dorato fresca e beverina ma percezione equilibrata di luppolo e malto.
Ottimamente abbinata ad antipasti a base di salmone, primi piatti a base di cereali, pizza, secondi piatti di pesce magro, arrosti di carne.

4 dicembre
DUBBEL – Dubbel – 7° (Qubeer)
Si ispira alla tipologia delle Dubbel, stile storicamente associato alle comunità di frati trappisti, identificabile per complesso e un profilo aromatico ricco e un tenore alcolico sostenuto. Nel profilo aromatico si ritrovano note di prugna, spezie, uva sultanina, datteri e caramello e più in lontananza tendenze assimilabili a miele di castagno e tostato.

3 dicembre
BOON KRIEK – Lambic Kriek – 4° (Boon)
Boon Kriek è una birra alla frutta che esprime al meglio la tradizione belga. Realizzata seguendo il classico stile lambic a fermentazione spontanea, è costituita per il 25% da ciliegie selvatiche fresche. Moderatamente dolce, è caratterizzata da una sorprendente e piacevole fragranza naturale. La sua soave freschezza, unita a una bassa gradazione alcolica, fanno di Kriek Boon una birra ideale come aperitivo ma anche una crostata alle amarene a fine cena.

2 dicembre
CAPUT MUNDI – Dark Strong Ale – 10° (Birrificio dei Castelli)
Al naso si rivela esuberante per l’intensità e varietà di sapori: frutta matura, canditi, marzapane, equilibrate note speziate di anice stellato, coriandolo e pepe. L’ingresso in bocca è morbido e apre a un equilibrato bouquet di sapori. Si percepiscono da subito note di frutta matura e canditi con un accenno di caramello, il tutto accompagnato da rinfrescanti note speziate. Finale lungo, caldo e piacevolmente alcolico.

1 dicembre
APETTA REGINA – Winter Saison – 6,9° (Birramundi)
La nostra birra di natale, prodotta solo per dicembre. E’ la versione forte della più “classica” Apetta ma meno amara. Doveva essere una “one shot” per il natale 2020 ma è piaciuta così tanto che è entrata fissa tra le nostre birre. Con miele millefiori e scorza d’arancia dolce. Il lievito saison la rende alcolica ma anche molto beverina. Perfetta per natale.

A domani
Cheers!